Le westerlies spazzano l’Europa!

Dopo gli eccessivi tepori sull’Europa, dovuti all’invadenza dell’anticiclone atlantico, torna il treno delle depressioni con annesse perturbazioni da ovest. Di riflesso, si sta registrando un crollo delle temperature rispetto ai giorni precedenti, ripristinando valori in linea con la media di riferimento trentennale.

Anche l’Italia sarà raggiunta dalle correnti atlantiche decisamente più fresche, con aumento delle nubi e qualche breve pioggia.

Inizia la Primavera meteorologica, cosa dobbiamo aspettarci? Con i dati in nostro possesso sembrerebbero prevalere le correnti zonali, tradotto in soldoni un tipo di tempo variabile, con nubi e schiarite tra il passaggio di una perturbazione e l’altra, ma senza fenomeni di rilievo.

L’Italia e il Mediterraneo centrale si trovano ai margini del flusso perturbato atlantico, pertanto nei prossimi giorni avremo giornate con cielo nuvoloso ed altre con cielo sereno, ma senza eccessi termici e ventilazione apprezzabile.

Per vedere un peggioramento più incisivo forse dovremo aspettare la metà del corrente mese, ma su questo ci torneremo ampiamente su nei prossimi editoriali. Intanto come sempre restate con noi.