Guasto in transito al Settentrione, poco o niente altrove

Un’ampia saccatura oceanica attraversa l’Europa da ovest verso est ma alle latitudini inferiori, Mediterraneo compreso, resiste il campo di pressioni livellate e gli effetti del fronte freddo risultano marginali. La distribuzione delle precipitazioni, condizionata dall’orografia e dai microclimi locali, favorisce quindi il Nord, specie i settori alpini e prealpini.

La giornata in Italia sarà condizionata dalle correnti occidentali con un generale incremento della nuvolosità, specie a ponente. Sul fronte delle piogge però non ci si deve attendere granché a sud del Po, con eccezioni sulla Toscana e sulla Liguria. Buona parentesi nevosa sulle Alpi dove sono attesi 5-10 cm di neve fresca a 2000 metri di quota. Temperature in calo al Nord, in ripresa nei valori minimi al Centro-Sud.