Spiccata variabilità sullo Stivale!

Il nuovo assetto barico a livello continentale, riassumibile con l’indice NAO neutro o debolmente negativo, non favorisce in questo periodo dell’anno la presenza duratura di alte pressioni in area mediterranea. Il canale depressionario oceanico scorre a latitudini più basse e coinvolge anche il Belpaese dove si ripropongono condizioni di instabilità ormai da diversi giorni.

Oggi, in particolare, si è isolata una goccia fredda in quota (cut-off) proprio sul Tirreno. In queste condizioni, pur in assenza di fronti veri e propri, le condizioni meteorologiche sono improntate ad una spiccata variabilità, tendenzialmente perturbata.

Il sole mattutino che splende su diverse zone, Capitale compresa, non deve ingannare. Ben presto nubi e precipitazioni si faranno vive, in maniera difficile da prevedere e con modalità “a macchia di leopardo”. Solo il medio-alto versante adriatico e la Sicilia meridionale dovrebbero restare all’asciutto.