In vetta per ammirare i laghi del Turano e del Salto

Nonostante un primo Maggio condizionato da nuvolosità cumuliforme sulle zone appenniniche, con le dovute precauzioni, mi sono avventura in un’escursione sul monte Navegna, in provincia di Rieti, per donarvi immagini alquanto suggestive sui laghi del Turano e del Salto.

Il lago del Turano, come possiamo ammirare nella foto di apertura, è un lago di origine artificiale situato in provincia di Rieti nel Lazio, si estende nel cuore dei monti Carseolani.

Venne creato nel 1939 a seguito dello sbarramento del fiume Turano attraverso la costruzione di una diga. L’opera fu realizzata per evitare che le piene del fiume inondassero la piana di Rieti. Contemporaneamente venne realizzato il vicino lago del Salto, anch’esso tramite lo sbarramento del fiume omonimo. Caratteristica del lago del Salto è la sua forma molto allungata, a guisa di fiume, e le coste molto frastagliate. Le acque di entrambi i laghi sono condivise attraverso una galleria sotterranea.

Vista sul lago del Salto dalla vetta del monte Navegna.
Vista sul lago del Turano lungo in sentiero di ascesa da Ascrea alla vetta del monte Navegna.

Molto simili sono le caratteristiche del lago del Turano, caratterizzato da insenature, promontori, piccole spiagge e borghi che si affacciano sulle sue splendide sponde e che conferiscono al bacino montano un’atmosfera suggestiva. Si estende ai piedi del monte Navegna (1508 m.s.l.m.)

Croce di vetta del monte Navegna.

Quest’ultimo, insieme al monte Cervia (1431 m.s.l.m.), appartengono alla Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia che, seppur di piccole dimensioni, tutela un’area di grande pregio naturalistico, dove si alternano montagne, dolci colline e profondi e selvaggi canyon, che creano ambienti davvero unici e affascinati.