Altro giro, altra corsa …

Resiste saldamente l’alta pressione tra la Scandinavia e la Russia europea. Nel contempo, l’Anticiclone delle Azzorre rimane in posizione defilata, in pieno oceano, snobbando il Vecchio continente dove le correnti nord-atlantiche riescono a penetrare con grande facilità. Con l’aria artica ancora molto pimpante, a zonzo alle medio-alte latitudini, è facile quindi prevedere una nuova fase instabile e relativamente fresca per il Mediterraneo.

Sullo Stivale è già ai titoli di coda il miglioramento del tempo che nella giornata di ieri ha riportato il sole su gran parte dei settori. La mattinata di oggi vedrà già il cielo coprirsi al Nord-Ovest, sulla Toscana e sulla Sardegna, con piogge sui settori alpini e prealpini dove la neve cadrà a quote superiori ai 1700 metri circa.

Nel pomeriggio-sera anche il resto del Centro assisterà ad un graduale peggioramento, con aumento delle nubi e piogge tra Toscana, Umbria e Marche, in estensione notturna al Lazio e alla Campania. Temperature abbastanza miti, anche se ancora inferiori alla norma.