Orso Marsicano immortalato nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini

Nei giorni scorsi, nelle faggete dell’area protetta del Parco Regionale Naturale dei Monti Simbruini, al confine con la regione Abruzzo, è stata rilevata la presenza di un orso Marsicano.

Grazie alle prime impronte rinvenute sulla neve primaverile sono state utilizzate svariate tecniche per rilevare la presenza della specie, ed è stata ottenuta la prima ripresa dell’orso, effettuata dal personale del parco.

Negli ultimi anni innumerevoli sono stati gli avvistamenti nel Lazio della specie e gli esperti lo giudicano un segnale positivo. 

Durante il monitoraggio da parte del personale, dagli escrementi rinvenuti risulta che l’orso si nutra dei frutti del faggio, le faggiole, un alimento molto ricco di proteine e grassi aspettando che erba, frutta e insetti diventino il suo alimento nella stagione primaverile ed estiva.

Il ritrovamento di campioni biologici fa si che tramite le analisi genetiche si può risalire all’identificazione certa dell’individuo campionato, alla determinazione del sesso e alle relazioni parentali con altri individui e alla ricostruzione dei suoi spostamenti.

L’Ente Parco ricorda che la presenza dell’orso Marsicano nel territorio deve essere considerata come un evento positivo tale da non giustificare inutili allarmismi.