Nubi di passaggio e caldo in aumento

Un’ampia circolazione depressionaria staziona tra l’Europa occidentale e l’Atlantico, dalla Norvegia alla Galizia. La struttura ciclonica non riesce ad avanzare verso levante, anche perché isolata rispetto al flusso occidentale principale, ormai a latitudini molto più elevate e decisamente meno vivace delle settimane scorse.

E’ quindi facile per l’Anticiclone subtropicale alzare la testa sull’Europa centro-orientale, Mediterraneo compreso dove tuttavia le correnti sud-occidentali favoriscono una certa variabilità in un contesto caldo-umido.

Nei prossimi giorni la pressione aumenterà a tutte le quote sul mare Nostrum e le correnti in quota da sud-ovest assumeranno componente spiccatamente anticiclonica, favorendo la prima ondata di caldo dell’estate 2019.

Oggi, nel frattempo, giornata interlocutoria, con clima piuttosto afoso, nubi sparse e ventilazione dai quadranti meridionali. Nelle zone interne del Centro-Nord non si esclude qualche piovasco passeggero, in rapido esaurimento serale.