Ultimi acuti del gran caldo

L’Atlantico prova ad organizzare la controffensiva per demolire la roccaforte subtropicale, ancora saldamente ancorata sul bacino del Mediterraneo. Per la verità, già da qualche giorno il Settentrione fa i conti con temporali, anche piuttosto violenti, segno che gli sbuffi freschi oceanici, almeno sulle nostre regioni settentrionali, riescono già a trovare i giusti pertugi.

Al Centro-Sud, invece, come possiamo apprezzare nella carta delle isoterme a 850 hPa di oggi, la bolla calda nord-africana continua a dettar legge, e vivrà ancora 24-48 ore di splendore prima di essere travolta dalle truppe occidentali, a colpi di vento e temporali.

Oggi giornata ancora molto calda, quindi, un po’ su tutte le regioni, ma se al Centro-Nord si tratterà di un normale caldo estivo, e ci saranno anche temporali, più probabili sul Triveneto, Toscana e Marche settentrionali, sul resto del Centro-Sud la canicola sarà fastidiosa, anche perché accompagnata da tassi di umidità in aumento!

I cieli, eccezion fatta per le regioni joniche, saranno difficilmente limpidi e totalmente sereni, anzi spesso si avvisteranno velature e altocumuli, o nubi basse ereditate dalle foschie mattutine, che renderanno ancor più afose le ore centrali e pomeridiane.