Instabile al Nord, caldo al Sud

Un’ampia area depressionaria posizionata sul nord Europa estende la sua influenza alla parte centrale del continente e marginalmente anche all’area mediterranea dove le correnti mediamente occidentali si presentano ondulate, alternando fasi caratterizzate da aria più fresca di origine atlantica ad aria più calda di estrazione africana. In questa situazione le nostre regioni settentrionali risentono maggiormente del flusso atlantico, mentre spostandoci verso il Meridione è l’aria africana a prevalere.

Attualmente un promontorio anticiclonico interessa gran parte del Centro-Sud dove il tempo è stabile e al Meridione anche con temperature oltre la media del periodo, mentre il Nord risente dell’instabilità del flusso atlantico con precipitazioni temporalesche specie sulle Alpi, in estensione pomeridiana e serale alle zone di pianure al nord del Po; mercoledì l’approssimarsi della saccatura atlantica incrementerà l’instabilità al Nord con fenomeni più intensi, mentre giovedì anche parte del Centro ne sentirà gli effetti con annuvolamenti e locali deboli precipitazioni su alto e medio Tirreno, Sardegna settentrionale, in estensione pomeridiana e serale all’Appennino centro-settentrionale e localmente alle coste adriatiche. Al Meridione permane invece l’aria africana con temperature localmente elevate specie nelle aree lontane dal mare.

Nelle cartine a seguire le temperature previste mercoledì 7 agosto alle ore 15 e le precipitazioni totali previste da martedì 6 a giovedì 8 agosto compresi.

Prossimo aggiornamento della Carta del Tempo venerdì mattina.

Temperature previste alle ore 15 di mercoledì 7 agosto. Fonte: Modello LAM da Meteogiornale.it
Precipitazioni totali previste da martedì 6 a giovedì 8 agosto compresi. Fonte: Modello WRF da Meteonetwork.it