Fine settimana instabile

Sul Mediterraneo centrale la pressione atmosferica pur mantenendosi alta e livellata consente la permanenza alle quote superiori di una zona con aria più fredda, detta “goccia fredda”, posizionata sull’Italia centro-settentrionale, che facilita moti verticali e il conseguente sviluppo di formazioni nuvolose del tipo cumuliforme, generatrici di fenomeni di rovescio o temporale a carattere sparso, più frequenti sulla terraferma durante le ore diurne e serali.

Al momento, e per almeno altre 48 ore, la “goccia fredda” rimarrà quasi stazionaria sull’Italia mantenendo le stesse condizioni atmosferiche. Assisteremo quindi alla formazione di nubi a sviluppo verticale durante le ore diurne a cominciare dai rilievi alpini, appenninici e zone interne di Sardegna e Sicilia, per poi estendersi nel pomeriggio alle prospicenti aree collinari con locali sconfinamenti sui litorali, specie di Liguria e zone adriatiche. Queste daranno luogo a precipitazioni a carattere di rovescio o temporale più significative sull’Appennino centrale; tutti i fenomeni saranno in attenuazione dalle ore serali e durante la notte ed al primo mattino diverranno ovunque meno probabili e più localizzati.

Si raccomanda quindi attenzione in questo fine settimana per chi praticherà attività escursionistica sulle nostre montagne.

A seguire la carta delle temperature previste alle ore 15 di Domenica 25 agosto e le precipitazioni totali da sabato 24 a lunedì 26 agosto compresi.

Prossimo aggiornamento della Carta del Tempo nei primi giorni della prossima settimana.

Temperature previste alle ore 15 di Domenica 25 agosto. Fonte: Modello LAM da Meteogiornale.it
Precipitazioni totali da sabato 24 a lunedì 26 agosto. Fonte: Modello WRF da Meteonetwork.it