All’improvviso l’Autunno,ma anche qualcosa di più!

E si, la libera atmosfera quando decide di passare all’azione, spesso lo fa in maniera spettacolare. Dopo un settembre, che ha voluto,(si fa per dire)recuperare quanto tolto alla stagione calda nel mese di maggio, ecco che Ottobre, si è manifestato con una veste, (almeno inizialmente) quasi invernale! Aria fredda, pilotata da un cuneo altopressorio, costruito dall’ex uragano Lorenzo, ha preso la strada dell’Europa dalla Scandinavia.

Un fronte freddo, ha attraversato l’Italia nella giornata di giovedì 3/10 a partire dalle nostre regioni settentrionali, dispensando rovesci e temporali sparsi, ma soprattutto, venti forti settentrionali e crollo delle temperature di 9-10°C. In Emilia Romagna, specie lungo la costa tra Cattolica e Rimini si sono avuti diversi danni.

Una vera e propria svolta, dopo diversi giorni con temperature più estive che invernali. La ferita non guarirà velocemente, prima che la pressione tenda di nuovo a salire, ci aspettano altri episodi di instabilità, con il passaggio di veloci fronti da nordovest, con altri rovesci e rinforzi del vento. La temperatura per ora resterà più o meno stazionaria. Per i  dettagli previsionali vi invitiamo a seguire la nostra carta del tempo.

Vi dobbiamo comunque dire, che quello che manca, almeno per ora, è l’apporto pluviometrico organizzato, ovvero quello delle grandi perturbazioni oceaniche. Viviamo di affondi, e promontori di alta pressione, capaci, si, di portare maltempo lì, dove si scava una depressione, ma anche di tempo bello e soleggiato quando il promontorio di alta pressione riesce a portarsi sul Mediterraneo, non escludendo che, possa anche aumentare la temperatura con valori sopra le medie. Questo non ci sentiamo di escluderlo.

In conclusione, vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti, sia della nostra carta del tempo, che il nostro editoriale, e a chi piace il gioco d’azzardo, la nostra rubrica “cosa accadrebbe se”, con le carte a lungo termine. Restate con noi.