Polar break?

Buon pomeriggio! La nostra rubrica di lungo termine “Che cosa accadrebbe se” apre con una depressione fredda, a tutte le quote, per il primo giorno di Dicembre. Un ingresso in grande stile dell’Inverno meteorologico.

Se questa situazione si concretizzasse, vedremmo lo Stivale piombare in pieno Inverno! Con piogge, temporali, grandinate,  neve a quote molto basse, venti forti e mareggiate. 

Da notare il minimo, molto profondo, frutto di aria fredda che si invortica sul medio Tirreno. L’indice AO, dopo una risalita, tenderebbe  nuovamente a portarsi su valori negativi, segno di un vortice polare molto disturbato.

Il ciclo solare n°24, molto profondo, con l’assenza ormai cronica delle macchie solari,  e l’ingresso franco dei raggi cosmici, ci inducono a pensare ad una stagione invernale diversa dalle precedenti.

Comunque ricordiamo ai nostri lettori, che questa rubrica legge la carta, così come viene elaborata dal centro di calcolo nel lungo periodo, spesso sottoposta a ribaltoni clamorosi. Per questo motivo vi invitiamo di prendere il tutto con il beneficio d’inventario.

Vi diciamo,appunto “Cosa accadrebbe se? Questo dovrebbe bastare a farne capire il senso. Restate con noi.