Il vento sta cambiando!

Situazione barica al livello del mare prevista per le ore 12 di Domenica 8 dicembre. Fonte: Wetterzentrale.de

Una estesa ed intensa circolazione depressionaria che interessa l’Atlantico settentrionale, l’Artico e l’Europa centro-settentrionale, veicola perturbazioni in serie spinte da aria fredda di estrazione più settentrionale rispetto ai giorni precedenti. L’anticiclone delle Azzorre tenderà ad approfondirsi ed a disporre il proprio asse con direttrice nordovest – sudest facilitando l’ingresso dei fronti perturbati anche sul Mediterraneo centrale.

La cartina di copertina mostra l’ingresso di un primo fronte freddo più debole sull’Europa occidentale che tenderà però a sfilare verso est interessando marginalmente le Alpi con deboli nevicate sui versanti esteri e venti di Foehn sul versante italiano, specie centro-occidentale.

Sarà invece la depressione attualmente a sud della Groenlandia a veicolare una perturbazione più intensa, che grazie alla disposizione dell’anticiclone delle Azzorre, entrerà più decisamente sull’Europa occidentale da Domenica 8 fino ad interessare il Mediterraneo centrale da lunedì 9. Al suo seguito le correnti si disporranno dai quadranti settentrionali portando il primo freddo della stagione con venti di bora e di tramontana con associate nevicate dalle quote medie sull’Appennino centrale.

Sabato 7 quindi sarà una giornata tranquilla salvo addensamenti sul versante tirrenico associati a locali e brevi precipitazioni sparse. Domenica 8 inizia soleggiata un po’ per tutti, con maggiore nuvolosità sul lato tirrenico, ma nel corso della giornata aumenta la nuvolosità su Liguria e Toscana, che si estenderà nella notte alle aree centro-orientali del Nord con le prime precipitazioni, mentre il Piemonte, Liguria e Lombardia centro-occidentali rimarranno più riparate. Lunedì 9 nubi e precipitazioni scenderanno verso il Centro, specie versante tirrenico e Sardegna occidentale e a seguire verso il Meridione, con Calabria e Sicilia tirreniche più esposte. Martedì 10 arriverà la bora e la tramontana con coinvolgimento del medio Adriatico e Sud Italia e nevicate in Appennino.

Ci siamo spinti un po’ più avanti quindi vi invitiamo a seguire i nostri prossimi articoli per un aggiornamento della situazione meteo.