Un “autunno” tempestoso!

Situazione barica al livello del mare prevista per le ore 12 di Domenica 22 dicembre. Fonte: Wetterzentrale.de

Un’estesa ed intensa area depressionaria, che interessa tutta l’Europa centro-occidentale e mediterranea, veicola sistemi perturbati in serie dall’Atlantico fino al Mediterraneo trascinati agevolmente da un intenso flusso di correnti nord-occidentali di estrazione polare marittima, masse d’aria quindi umide e miti.

Il contatto dei sistemi perturbati con le acque più calde del Mediterraneo facilita la formazione di depressioni che velocemente si originano, approfondiscono e attraversano l’Italia da ovest ad est; una di queste ci sta interessando nella giornata di sabato 21 con minimo sul Nord Italia (cartina di copertina), mentre una seconda più intensa ci interesserà nella giornata di Domenica 22 (seconda cartina); tra le due una breve pausa tra la serata di sabato e le prime ore di Domenica.

Le aree più interessate saranno le Alpi, le zone centro-orientali del Nord, le regioni tirreniche e la Sardegna occidentale, dove insisteranno venti di burrasca da libeccio, mareggiate sulle coste, piogge anche intense e localmente temporalesche; tanta neve prevista sulle Alpi a partire dai 1200-1300 metri, mentre in Appennino relegata solo alla quote più alte. Più al riparo con fenomeni più deboli e localizzati il Nord-Ovest, le regioni adriatiche centro-meridionali. Lunedì 23 nuova pausa con fenomeni ancora presenti sul basso versante tirrenico e localmente sul resto del Sud.

Pubblichiamo a seguire la situazione prevista per le precipitazioni ed il vento.

Per la tendenza per il periodo natalizio vi invitiamo a seguire i nostri prossimi aggiornamenti.

Precipitazioni totali previste da sabato 21 a lunedì 23 dicembre. Fonte: Modello WRF da Meteonetwork.it
Vento previsto alle ore 15 di Domenica 22 dicembre. Fonte: Modello LAM da Meteogiornale.it