Ancora alta pressione, almeno fino al prossimo weekend

Nulla di nuovo, purtroppo! L’alta pressione insiste decisa sull’Europa Centro-Meridionale; mentre, Isole Britanniche e Penisola Scandinava sono sotto l’azione di correnti atlantiche. Tra l’altro, le temperature sulla Gran Bretagna risultano essere di poco inferiori alle medie stagionali (i flussi d’aria in arrivo da ovest non sono particolarmente freddi); a differenza dei valori termici registrati sulla Penisola Scandinava, ben al di sopra delle medie del periodo. Freddo, molto freddo, in Groenlandia (…da tenerne conto!) 

Il Vortice Polare continua ad essere compatto, come una roccia di granito; facendo riferimento al principale modello fisico-matematico (emesso dal centro europeo ECMWF) si intravede un “attacco” al Vortice Polare tra le prossime 48-72 ore. 

Il robusto anticiclone a sud dello Stretto di Bering, avanzando verso nord, dovrebbe riuscire in parte ad “irrompere” nel Vortice Polare; tuttavia,  ad oggi, sembra che ciò non influirà in maniera significativa sullo stato del Vortice Polare.

Ancora un volta, non ci resta che attendere i prossimi aggiornamenti per sperare in un netto cambio di rotta; ormai l’inverno meteorologico 2019/2020 è giunto al suo giro di boa.