DALLA PRIMAVERA ALL’INVERNO…E VICEVERSA!!!

Ben ritrovati amici ed amiche del nostro portale. Eccoci quì a discutere di nuovo del tempo che fa, e che molto probabilmente farà nel prossimo futuro. Una stagione alquanto anonima quella in corso. Dopo un inizio bagnato(Autunno ricco di precipitazioni e neve sulle Alpi) il grande assente è stato l’Inverno. Sono stati assenti gli scambi meridiani con le alte latitudini, lì dove è presente il grande freddo. Le correnti sono state perlopiù occidentali, miti, atlantiche. Quando c’è la carezza oceanica non fa mai freddo, certo non sono mancate le gelate notturne, complice il sole basso sull’orizzonte, e le inversioni termiche, ma maltempo di stampo invernale, con le nevicate in Appennino e a quote basse, sotto i 1000m, niente di niente.

Quando è presente una depressione molto fredda e profonda sul Polo Nord, tutto il freddo se ne resta lì, a girare su se stesso come una trottola. Le previsioni per i prossimi giorni, non danno alcuna speranza, fatta eccezione di un breve periodo di 3-4 gg (da mercoledì 5 a sabato 8 Febbraio)quando un’afflusso di aria più fredda riuscirà a sfuggire alle correnti occidentali, ed a proiettarsi sull’Italia attivando correnti di grecale, e qualche nevicata sul versante adriatico a quote basse. Ma sarà un fuoco di paglia, le correnti occidentali e l’alta pressione atlantica è subito pronta a riprendersi il suo posto sul Mediterraneo centrale.

Ma ci sarà occasione per un pò d’Inverno? La risposta è si, ma nel periodo sbagliato! Molto probabilmente tutto quel freddo, invorticato a latitudini polari, all’inizio della Primavera meteorologica appena la tensione zonale allenterà, si proietterà verso sud, portando maltempo e freddo tardivo molto nocivo per l’agricoltura. Episodi di questo tipo statisticamente ne sono presenti numerosi  nel passato, non si tratta di compensazione, ma di fisica. L’aria fredda e più pesante, in assenza di correnti impetuose da ovest, che la trattengano più in alto, è destinata a scivolare verso sud, un fenomeno noto come “final warming”, solitamente accade nel mese di Aprile, ma a volte  anche prima. Continuate a seguirci, la stagione è alquanto ricca di sorprese, e magari ciò che scriviamo oggi, domani potrebbe non essere più così. Restate con noi.