Nulla di nuovo sotto il Sole!

Situazione prevista a circa 5500 metri di quota per le ore 12 di Domenica 23 febbraio. Fonte: Wetterzentrale.de

Come possiamo osservare dalle cartine pubblicate, la prima relativa alla giornata di venerdì 21 e la seconda a Domenica 23 febbraio, non c’è veramente nulla di nuovo nello scacchiere atmosferico europeo.

Il vortice polare continua ad essere in grande forma ed a racchiudersi a latitudini settentrionali, lì dispensando intense depressioni e perturbazioni a ripetizione, mentre a latitudini più basse insistono le alte pressioni, solo scalfite da deboli e veloci onde depressionarie di passaggio.

Una di queste è da poco transitata sul Mediterraneo centrale apportando qualche precipitazione o temporale nella giornata di mercoledì, subito seguita da un rapido rasserenamento del cielo, con diminuzione delle temperature notturne.

La cartina relativa a Domenica 23 evidenzia una nuova e considerevole rimonta dell’alta pressione delle Azzorre sull’Europa centro-meridionale e sul Mediterraneo, con geopotenziali elevati e temperature a 1500 metri che raggiungeranno e supereranno localmente i 10°C, con valori quindi che al suolo toccheranno sabato e Domenica i 18 °C su molte aree italiane: vi rimandiamo per questo alla cartina delle temperature previste alle ore 12 di Domenica 23, i cui valori potranno aumentare di altri 2-3 gradi nella giornata di lunedì 24.

Ampio soleggiamento per tutto il fine-settimana quindi, tranne annuvolamenti bassi a carattere sparso su tutte le aree occidentali nella giornata di Domenica 24, con possibili locali, brevi, deboli piogge solo sulla Liguria.

Ci aspettiamo vere novità nella prossima settimana? Seguiteci per questo nei nostri prossimi aggiornamenti.

Temperature previste alle ore 12 di Domenica 23 febbraio. Fonte: Modello LAM da Meteogiornale.it