L’Inverno in Primavera ai tempi del Covid-19!

Buongiorno amiche ed amici di meteoreport.net. Riprendiamo a scrivere, nonostante siamo ancora in piena emergenza, ma è doveroso farci forza e risollevare la testa, cercando di tornare a galla.

Parliamo di meteo: un potente anticiclone si è posizionato tra la Scandinavia e la Russia bianca. Sul suo bordo orientale scende aria molto fredda per il periodo, un ritorno tardivo a condizioni prettamente invernali. Non è certamente la prima volta che accade, si dice che la stagione nella sua prima parte fa un passo avanti e due indietro. Negli anni 70 ci sono stati episodi clamorosi anche nel mese di Maggio.

I primi avamposti dell’aria fredda, sono già giunti nella giornata di oggi con un rinforzo dei venti di grecale, e una prima flessione della temperatura. Ma il crollo vero e proprio c’è da aspettarselo tra questa sera, domani(martedì 24 e la giornata di mercoledì) quando irromperà il nucleo gelido con geopotenziali piuttosto bassi. Sarà il momento della neve a quote collinari, se non in pianura lungo il versante adriatico, a partire dall’Emilia Romagna fino in Salento, con ulteriore diminuzione della temperatura e venti impetuosi e mari in collera. Anche i versanti occidentali potrebbero assistere a fenomeni di instabilità diffusa, con rovesci anche nevosi fino a bassa quota.

Quanto durerà? Almeno fino a venerdì prossimo, poi la temperatura dovrebbe cominciare ad aumentare gradualmente. Tuttavia anche nel lungo termine, la permanenza di un esteso anticiclone a latitudini settentrionali, non è garanzia di stabilità futura. Vi invitiamo durante questa settimana a seguire eventuali aggiornamenti. Intanto restate con noi.