Finalmente l’inverno!

Situazione barica e temperature a circa 1500 metri di quota delle ore 06 di mercoledì 25 marzo. Fonte: Wetterzentrale.de

L’estensione dell’anticiclone con continuità dall’Atlantico alla Russia, con massimo di 1040 hPa sull’Europa orientale, ha permesso lungo il suo lato meridionale la discesa di aria artica di origine continentale fino al Mediterraneo centrale, con valori di temperatura molto bassi a tutte le quote.

Una circolazione depressionaria attualmente centrata sulle coste tunisine e libiche tende a muoversi verso nord-est e ad interessare l’Italia a partire dalle regioni meridionali.

Questa depressione richiamerà correnti sciroccali umide che in contrasto con la massa d’aria fredda preesistente darà luogo a fenomeni localmente intensi, specie al Centro-Sud lato adriatico, Emilia Romagna e Piemonte occidentale.

I venti si disporranno dai quadranti orientali di intensità localmente significativa.

Le temperature sono previste in graduale rialzo a partire dal Sud; le nevicate quindi aumenteranno di intensità, ma si attesteranno a quote gradualmente medio-alte su Appennino centrale e collinari su Appennino settentrionale e Alpi occidentali.

Pubblichiamo a seguire la carta delle precipitazioni totali previste da mercoledì 25 a tutto giovedì 26 marzo e la situazione dei venti prevista per le ore 09 di giovedì 26 marzo, momento di massima intensità.

Un miglioramento è previsto dalla giornata di venerdì; vi invitiamo per questo a seguire i nostri prossimi aggiornamenti.

Precipitazioni totali previste dalle ore 00 di mercoledì 25 alle ore 00 di venerdì 27 marzo. Fonte: Modello WRF da Meteonetwork.it
Direzione ed intensità del vento al suolo prevista per le ore 09 di giovedì 26 marzo. Fonte: Modello LAM da Meteogiornale.it