Correnti occidentali!

Una fascia depressionaria si estende dalla coste canadesi alle isole britanniche, dall’Europa centrale alla Russia, all’interno della quale viaggiano saccature con annessi sistemi frontali.

Tale zona depressionaria è delimitata a nord da un’alta pressione sulla Scandinavia ed a sud dall’anticiclone delle Azzorre, che si estende fino al Mediterraneo orientale.

L’Italia quindi si trova al margine meridionale di questi sistemi perturbati con la direttrice delle correnti prevalentemente occidentale.

Con questa situazione barica le aree del nostro Paese più interessate dai fenomeni sono quelle settentrionali, in quanto più vicine al flusso perturbato.

Nelle prossime ore saremo interessati dal passaggio dei fronti atlantici alternati a pause più stabili; nel complesso quindi il tempo si presenterà più instabile al Nord, specie settore centro-orientale, con precipitazioni sparse localmente anche intense ed a carattere temporalesco e grandinigeno; nevicate si avranno sul settore alpino a partire dai 1500-1700 metri di quota.

Al centro-sud avremo invece una nuvolosità più sparsa che potrà dare luogo a precipitazioni generalmente deboli, localmente moderate, nella notte ed al mattino sulle aree tirreniche e sulla Sicilia, al pomeriggio-sera su Appennini ed aree adriatiche.

Temperature massime generalmente sui 18-20 gradi, con punte più elevate sulle coste adriatiche soggette ai venti di caduta dagli Appennini. Venti occidentali con raffiche sulle creste appenniniche.

Pubblichiamo a seguire la carta delle precipitazioni totali previste da mercoledì 29 aprile e venerdì 1 maggio.

Non si prevedono sostanziali variazioni del regime delle correnti atmosferiche fino ai primi giorni di maggio.

Per l’evoluzione successiva vi invitiamo a seguire i prossimi aggiornamenti.

Precipitazioni totali previste da mercoledì 29 aprile a venerdì 1 maggio. Fonte: Modello WRF da Meteonetwork.it