Breve pausa all’instabilità!

La carta del tempo di copertina evidenzia un corridoio anticiclonico che si estende dalle Azzorre alla Scandinavia e che interessa attualmente gran parte dell’Europa.

Un’area depressionaria é posizionata in Atlantico e tende a portarsi verso l’Europa occidentale interrompendo il presente corridoio anticiclonico; un’altra depressione è situata sull’Egeo ed è quella che ci ha appena interessato, con il suo carico di fenomeni che hanno colpito le nostre regioni a macchia di leopardo, presentandosi localmente anche intensi.

La cartina in basso illustra la situazione barica prevista per le ore 12 di Domenica 24 che mostra una perturbazione atlantica portarsi sulle Alpi per poi tendere a muoversi verso i Balcani, sfiorando le nostre regioni orientali; al suo seguito si manterranno per qualche giorno correnti settentrionali che porteranno instabilità pomeridiana su Alpi ed Appennini.

Nella giornata di giovedì 21 avremo ancora fenomeni al Sud, ma in via di graduale attenuazione e fenomeni sparsi pomeridiani sulle Alpi, mentre altrove splenderà il sole con temperature gradevoli.

Venerdì 22 giornata soleggiata per tutti, salvo locali fenomeni pomeridiani su Alpi ed Appennino settentrionale.

Sabato 23 aumento di nubi e precipitazioni anche temporalesche sulle Alpi, specie centro-orientali, in movimento pomeridiano verso le pianure di Lombardia orientale, Veneto e Friuli; ancora soleggiato altrove.

Domenica 24 al mattino nuvolosità sparsa con precipitazioni anche temporalesche a carattere locale su nord-est, Emilia, Romagna ed Appennino emiliano-marchigiano, in estensione pomeridiana ai rilievi appenninici centrali, con miglioramento serale.

Nei primi giorni della prossima settimana nuvolosità sparsa sui settori orientali, con fenomeni di instabilità più marcati al pomeriggio-sera sugli Appennini, in sconfinamento locale verso le colline e le coste tirreniche.

Per ulteriori aggiornamenti vi rimandiamo ai nostri prossimi articoli.

Situazione barica al livello del mare prevista per Domenica 24 maggio alle ore 12. Fonte: Wetterzentrale.de