Instabilita’ e fresco al comando(per ora)dell’Estate meteorologica!

Ben trovati amici ed amiche con il nostro editoriale. Primi 9 giorni di Giugno, trascorsi all’insegna di un tempo altamente dinamico, fresco, e a tratti, su molte regioni anche perturbato. Dopo la fase calda di Maggio, il tempo ha cambiato decisamente le carte in tavola, e questo proprio all’inizio dell’Estate meteorologica. Se non fosse per i numerosi temporali, il tempo è climaticamente gradevole, difficilmente si superano i +25°C se non in qualche località. Un’Estate nordica.

Se dobbiamo ad andare a cercare le cause, come più di una persona ci chiede, le troviamo nella stravaganza dell’anticiclone delle Azzorre, che non si distende sul Bacino centrale del Mediterraneo, ma preferisce spesso e volentieri latitudini settentrionali. Questo permette discese di aria più fresca ed instabile, contrastando con le temperature più elevate durante il giorno. Il sole è molto alto sull’orizzonte in questo periodo, nascono nubi imponenti, specie dalla tarda mattinata fino a sera, da cui scaturiscono rovesci o temporali anche intensi, perlopiù a ridosso dell’Appennino.

Ma il caldo e l’Estate vera, quando arriveranno? Intanto a dire la verità ancora non è Estate astronomica, e a dirla tutta benediciamo qualche giorno in più con la preziosa meteora. Giorni difficili e caldi non mancheranno più avanti, l’Estate difficilmente tradisce. Finchè gli anticicloni sosteranno a latitudini settentrionali, questo tipo di tempo continuerà a prevalere, anche se con qualche pausa fisiologica. Le cose potrebbero cambiare dopo la seconda decade del mese, ma vi aggiorneremo nei prossimi editoriali. Continuate a seguirci,