Dugongo sciarpato

( 2 )
Scritto da REDAZIONE

NUVOLONI SPARA A ZERO SULLA METEO IN ITALIA: ECCO LA TELEFONATA INTEGRALE! 

Simpatica vignetta raffigurante la caricatura del Prof. Tazio Nuvoloni disegnata da Mauro Balloni. Tutti i diritti riservati.Simpatica vignetta raffigurante la caricatura del Prof. Tazio Nuvoloni disegnata da Mauro Balloni. Tutti i diritti riservati.

Il nostro redattore e vicedirettore tecnico, Paolo Leoni, in mattinata ha avuto un colloquio telefonico con il Prof. Tazio Nuvoloni. Vista la gravità degli argomenti trattati, stanti gli ultimi sviluppi del panorama meteo italiano, vi riportiamo integralmente il contenuto della telefonata!.

Salve Professore! Come sta? Dove si trova in questi giorni?

Ohibò, chi si risente! Salve, ragazzi! Come state? Mi trovo negli States, in partenza per il Canada, più precisamente per Waskaganish (località a sud della Baia di Hudson, in Québec, ndr); dicono che lì faccia un po’ freddo, giusto un po’! Dungongo ibernato!

Ah! Si beccherà una bella discesa d’aria artica! Si copra bene! Ad ogni modo, la contattavamo per chiederle dei chiarimenti in merito ai prossimi sviluppi meteo; qui in Italia c’è chi sostiene che tornerà il “Burian”, anzi, il “Burian2”! Ma è vero?

Burian2? Ma certo: la vendetta! Bacca maiala! Ho sentito, ho sentito! That's incredible! Addirittura la versione 2! Ma perché... la prima quando c’è stata? Forse me la sono persa?!? Dugongo fallato! Qui negli USA si stanno ancora scompisciando dalle risate  per ‘sta cosa, anzi l’hanno candidata a fakenews dell’anno! Il “The Weather”, in prima pagina, ieri riportava: “<<ITALY: BurianTwo arrives after BurianOne>> Seriously?”. Non vi riporto ciò che c’era scritto nel testo dell’articolo: c’è da rimener turbati! Ce ne hanno tirate dietro di tutti i colori! Maremma arcobaleno fiorito! 

Insomma in America non credono a questa versione...

Maremma impollinata, voi che siete preparati in materia, sapete benissimo che non arriverà nessun Burian2, così come non è arrivato BurianONE (il Prof. lo pronuncia in lingua italiana, ndr); e anche i vostri lettori, seguendovi, sapranno che questi proclami sono tutte invenzioni acchiappa-clic. Dugondo condiviso e linkato! L’aria gelida che ogni tanto raggiunge l’Europa proviene dal cuore della Russia; per contro, quella che investirà il Vecchio Continente in questa circostanza è “solo” aria artica continentale; addirittura, per voi, ci sarà anche una forte influenza marittima ed atlantica! Quindi, dugongo  antartico, attendiamoci aria fredda e non molto fredda! Perbacco, tabacco e colbacco, dugondo congelato! Come direbbe il mio caro e vecchio amico di mille serate: “Il Burian è una cagata pazzesca!” 

Ottimo!!! Vede Prof, noi ci prodighiamo da sempre nella sana divulgazione scientifica e nella corretta informazione meteorologica, screditando i pallonari della meteo e i falsi profeti del clima; ma non è facile. Purtroppo in Italia il livello di cultura meteoclimatica è desolatamente basso e alzare l’asticella sembra veramente impossibile. Tutti si limitano a consultare i simbolini delle App sugli smartphone o le previsioni automatizzate per il proprio quartiere, con un dettaglio temporale addirittura orario! E pensano che siano affidabili e corrette, ignorando il fatto che simili risoluzioni spazio-temporali sono impossibili da delinearsi da un punto di vista prettamente tecnico previsionale. Siamo indietro, molto molto indietro, pensando in realtà di stare molto avanti! Ma ci dica, a titolo informativo, il Buran, quindi, non può arrivare in Italia?

- Silenzio assoluto -

Prof.? Pronto? C’è ancora? È caduta la linea?

Arghghgh!!!! Dugongo imbastardito e bastonato! Avete ragione! Purtroppo avete sacrosantamente ragione! In Italia la situazione è disastrosa! Non c’è una cultura di base, non c’è percorso professionale strutturato e successivamente riconosciuto… non c’è nulla, o quasi nulla! E quel che c’è non basta minimamente a far capire alle persone come stanno veramente le cose! Anche e soprattutto per questo motivo sono volato via dalla mia amata Patria; è impensabile lavorare serenamente e con soddisfazione in queste condizioni! Dugongo sfortunato! Speriamo che le cose cambino prima o poi; ma che cambino veramente! Provate voi ad aprire un sito meteo qui negli States e a scrivere una, solo una, “scoop-meteo-cazzata” come quest’ultima e… vedrete che fine farete! Dugongo censurato e denunziato!

Sì, ma del Buran... che ci dice?

Il Buran è un vento gelido che soffia sulla tundra siberiana ad est dei Monti Urali. Soffia su suoli innevati e/o gelati con velocità solitamente compresa tra i 50 e i 100 km/h; se poi è accompagnato anche da precipitazioni nevose, resistervi è praticamente impossibile! Quindi, non mi sembra proprio che dagli Urali all’Europa ci siano le condizioni favorevoli per questo tipo di fenomeno; poi, certo, le correnti possono soffiare dagli Urali verso l’Europa Centro-Meridionale, ma la massa d’aria che giunge sull’Italia –per quanto gelida– non avrà mai le caratteristiche tipiche del verso Buran. -25°C, -30°C ed anche oltre, ma stiamo scherzando?! Porco polare!

Quindi Prof, ci dobbiamo solo ricoprire un po’, per pochi giorni?

Assolutamente, sì, miei giovani ubaldoni! Poi, per carità, qualche fiocco di neve e forse qualche imbiancata a quote molto basse si potrà verificare sul vostro Centro-Nord; ma chiamare tutto questo “Buran”, santa miracolata transumanza, mi sembra eccessivo ed oltraggioso nei confronti del mese pazzerello per definizione: marzo! Se questo tempo non lo fa in marzo, quand'è che deve farlo? A marzo il tempo fa le bizze per propria naturale attitudine: vogliamo capirlo o no, senza stare a scomodare fantomatici riscaldamenti globali, climate change e cha-cha-cha? Zio Castaldo...

Grazie Prof, Lei è sempre di grande simpatia e le sue perle di saggezza trovano sempre terreno fertile sui nostri lidi... Stia bene, e speriamo di ritrovarci presto!

E-Dugongo sciarpato, statemi bene ragazzuoli! E ricordate: per cambiare la cultura non c’è bisogno di avviare guerre mediatiche dove si cerca di dimostrare che “io sono più bravo di te”; ma bisogna spiegare, far capire, far conoscere... ci vuole pazienza, formazione ed istruzione. La cultura è una cosa seria, richiede tempo e lavoro! La cottura, invece, è molto molto più rapida e serve solo acqua, pasta e un orologio… per i minuti! Scotto il dugongo! Ecco l’aereo, scappo! A prestooooooo! WROOOOOONGGGGG!