Nord al fresco e Sud al caldo!

( 2 )
Scritto da Luciano Capeccioni

LATITUDINE CHE VAI ESTATE CHE TROVI...

DAI TEMPORALI DEL NORD AL CALDO DEL MERIDIONE!

SibilliniSplendida giornata estiva quella di Domenica 1 luglio nelle Marche; il versante orientale dei Sibillini visto da San Ginesio (MC) verso Sassotetto e la cresta del Monte Priora dove sono ancora visibili chiazze di neve! Foto di Luciano Capeccioni "© Tutti i diritti riservati"

QUADRO METEOROLOGICO ATTUALE

500hPa04lug1200Situazione a 500 hPa (circa 5500 metri di altezza) prevista per le ore 12 di mercoledì 4 luglio. Fonte: www.wetterzentrale.de; elaborazione grafica: Meteoreport.net

La situazione barica è caratterizzata dall'alta pressione delle Azzorre confinata in Atlantico e da una depressione sull'Europa occidentale che si spinge fino a Gibilterra, che determina sul suo lato orientale una risalita di aria calda ed umida di origine africana, soprattutto al Centro-Sud e sulle isole maggiori; al Nord invece spinge aria più fresca di origine oceanica che va a contrastare quella più calda proveniente da sud dando origine ad eventi perturbati localmente di forte intensità, che hanno interessato nel pomeriggio-sera di ieri (martedì 3) il settore centro-orientale delle Alpi e in forma meno intensa l'Appennino settentrionale, Emilia orientale e Romagna; tale situazione permarrà anche nella giornata di mercoledì 4 luglio.

  TENDENZA A 72 ORE e PER IL FINE-SETTIMANA (DA CONFERMARE)

 850hPa05lug1500Situazione prevista a 850 hPa (circa 1500 metri di quota) per le ore 15 di giovedì 5 luglio. Fonte: www.meteogiornale.it

La cartina sopra riportata si riferisce al momento in cui si avrà la massima risalita dell'aria calda di origine africana verso l'Italia, con l'isoterma +24°C a 1500 metri che si spinge fino alla Sicilia e alla Calabria; le temperature potranno raggiungere i 35-36°C nelle zone interne di Sicilia e Sardegna, i 32-34°C sulla Puglia, i 30-32°C sulla Pianura Padana centro-orientale e il versante Adriatico; sulle coste comunque ci saranno le brezze di mare a mitigare le temperature su valori più gradevoli; le precipitazioni saranno maggiormente probabili sui settori alpini e prealpini, Appennino settentrionale, da giovedì 5 probabile calo termico con fenomeni di instabilità specie pomeridiana che potranno interessare le zone peninsulari del Centro-Nord e l'Appennino meridionale, ma vista la distanza previsionale vi invitiamo quindi a seguire i nostri prossimi aggiornamenti!

LA PAROLA AL PREVISORE

«Sulla base di quanto previsto dalle carte disponibili che vi abbiamo mostrato possiamo formulare per i prossimi giorni questa previsione: mercoledì 4 probabili precipitazioni fin dal mattino su alta Toscana, Liguria orientale e Delta del Po, in estensione nel corso della giornata a tutto il Settentrione, specie aree alpine e prealpine, Appennino settentrionale, Marche interne e collinari, Appennino centro-meridionale, in miglioramento serale; giovedì 5 instabilità diurna su Alpi e Prealpi specie settore centro-orientale con fenomeni localmente anche intensi, tempo migliore altrove salvo locali fenomeni di instabilità pomeridiana in Appennino; fine-settimana tempo migliore al Nord e passaggio instabile al Centro-Nord specie zone collinari e montuose con locali piogge e temporali e nelle ore pomeridiane e serali; precipitazioni sparse che permarranno a carattere locale nella notte successiva e primo mattino di sabato sulle coste del medio e basso Adriatico; temperature in diminuzione specie al Meridione».

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI E LINEA DI TENDENZA A CURA DELL'AERONAUTICA MILITARE:

OGGIDOMANI, MEDIO TERMINE, LUNGO TERMINE, CONDIZIONI MARINE

PRINCIPALI SERVIZI METEOROLOGICI E CLIMATOLOGICI REGIONALI PUBBLICI:

TrentoBolzanoValle d'AostaFriuli-Venezia GiuliaLombardiaPiemonteLiguriaEmilia-RomagnaToscanaMarcheUmbriaAbruzzoLazioMoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna