Prove generali d’inverno al via!

FORTE ANTICICLONE IN FORMAZIONE SUL NORD EUROPA…

E IL MEDITERRANEO COMINCIA AD ASSAPORARE L’INVERNO !

500hPa16nov1200paint

QUADRO METEOROLOGICO ATTUALE

La situazione barica è caratterizzata da una zona di alta pressione con massimo sul Nord Europa, che estendendosi verso la Siberia consente la discesa sul suo lato meridionale di un nucleo di aria fredda verso sud-ovest, il quale posizionato attualmente tra il Mar Nero e i Balcani tende a portarsi sul Mediterraneo centrale; ad ovest invece una intensa depressione atlantica tende a spingere la sua influenza fino alle coste occidentali europee ed alla penisola iberica; lo spostamento verso nord dell’alta pressione che ci ha interessato in questi giorni e l’avvicinarsi del nucleo freddo da est porrà fine nelle prossime ore all’attuale periodo mite e soleggiato; le nubi e le precipitazioni cominceranno ad interessare le pianure piemontesi, il versante adriatico, la Sardegna orientale e il Sud, qui dove potrebbero verificarsi le precipitazioni più significative, specie in area ionica.

La tendenza per le 48 ore successive vede l’alta pressione nord-europea spingere la sua influenza ancora più a nord agevolando da una parte la progressione verso il Mediterraneo del nucleo freddo da est e dall’altra l’ingresso delle correnti nord-atlantiche sul Mediterraneo occidentale, facilitando quindi sempre più il manifestarsi dei fenomeni sulle aree sopra descritte.

 TENDENZA A 72 ORE e PER IL FINE-SETTIMANA

500hPa18nov1200

Nella cartina sopra riportata è illustrata la situazione prevista per Domenica 18 novembre ove si vede la collocazione del forte anticiclone sulla Scandinavia e la sempre più significativa discesa di aria fredda sul suo lato orientale che andrà ad alimentare le correnti fredde da est già estese fino al Mediterraneo centrale; la sua azione di blocco nei confronti delle correnti atlantiche consentirà a queste di deviare verso sud ed interessare direttamente la penisola iberica ed il Mediterraneo occidentale; il contrasto tra queste masse d’aria di origine diversa faciliterà la genesi in area mediterranea di nuclei perturbati; la cartina delle precipitazioni cumulate fino alla mattinata di Domenica sotto riportata illustra le aree che saranno maggiormente interessate ed i quantitativi previsti, considerando che la discesa delle temperature consentirà le prime nevicate in Appennino centro-settentrionale, specie lato adriatico, a quote però ancora elevate; per una maggiore descrizione nello spazio e nel tempo delle precipitazioni previste vi invitiamo a consultare i bollettini dell’Aeronautica Militare richiamati in fondo a questo articolo.  

wrfprp 15 18nov

TENDENZA SUCCESSIVA (DA CONFERMARE)

Questa situazione dovrebbe permanere anche nei primi giorni della prossima settimana con una tendenza all’intensificazione dei contrasti tra le diverse masse d’aria; vista la dinamicità della circolazione atmosferica e la distanza previsionale vi invitiamo però a seguire i nostri prossimi aggiornamenti!

LA PAROLA AL PREVISORE

«Per una previsione dettagliata nelle prossime 72 ore e la tendenza successiva vi invitiamo a consultare i riferimenti sotto indicati>>

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI E LINEA DI TENDENZA A CURA DELL’AERONAUTICA MILITARE:

OGGIDOMANI, MEDIO TERMINE, LUNGO TERMINE, CONDIZIONI MARINE

PRINCIPALI SERVIZI METEOROLOGICI E CLIMATOLOGICI REGIONALI PUBBLICI:

TrentoBolzanoValle d’AostaFriuli-Venezia GiuliaLombardiaPiemonteLiguriaEmilia-RomagnaToscanaMarcheUmbriaAbruzzoLazioMoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna