Gran freddo in arrivo sull'Italia!

( 1 )
Scritto da Stefano Bartozzi

 

Un mese di Gennaio come non se ne vedono da tempo!


60cm di neve caduti ieri in Grecia in località Trikala Korinthias, foto di Kostantinos Matzarakis pubblicata sulla pagina Facebook Severe Weather Europe 60cm di neve caduti ieri in Grecia in località Trikala Korinthias, foto di Kostantinos Matzarakis pubblicata sulla pagina Facebook Severe Weather Europe

QUADRO METEOROLOGICO ATTUALE

Aria fredda di origine artico-continentale sta per irrompere sull'Italia, l'alta pressione atlantica si erge a muro ad ovest invadendo la Penisola Iberica, la Francia, e la Gran Bretagna, favorendo la discesa di correnti fredde dal Nord-Europa. L'Inverno è presente con il gelo dai Paesi Bassi e la Germania, attraverso tutta la Russia Europea fino oltre gli Urali verso la Siberia, un grosso catino di aria gelida pellicolare difficile da rimuovere e condizionerà seppure con qualche pausa fisiologica tutta questa stagione. 

 

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI

Il più penalizzato, in questa situazione, a partire dal tardo pomeriggio di oggi, ed almeno fino all'Epifania, il Centro-Sud, principalmente il versante adriatico, le estreme regioni meridionali e la Sicilia, dove potrebbe cadere la neve anche in località prossime alla pianura. Asciutto e soleggiato, ma con gran freddo, invece al Nord, sulla Toscana, Umbria occidentale, Lazio e la Sardegna con qualche addensamento e brevi nevicate lungo le zone più interne dell'Appennino. Venti da moderati a forti da nord-est, con rinforzi di bora sulle Venezie. Temperatura in ulteriore diminuzione.

 Carta del tempo su corsa GFS 00 FV3 riferita a giovedì 10 Gennaio 2019Carta del tempo su corsa GFS 00 FV3 riferita a giovedì 10 Gennaio 2019

LA PAROLA AL PREVISORE

«Il pattern di questi giorni potrebbe essere reiterato nel tempo. Ovvero: blocco presente ad ovest alle miti correnti oceaniche e afflussi gelidi, sia artico-marittimi che artico-continentali. Un Inverno che si presenta con queste credenziali è difficile da spodestare.

A favore c'è la debolezza del V.P.(Vortice Polare) ed un importante riscaldamento stratosferico in area polare, che dalla metà del mese in corso potrebbe dividere la struttura in due lobi, causando un ulteriore peggioramento su tutta l'Europa, con altro freddo e neve. In questo caso molto probabilmente anche il mese di Febbraio prenderebbe connotazioni piuttosto fredde.

Abbiamo fatto un salto nel futuro, le previsioni stagionali sono solo sperimentali, ma non stiamo descrivendo il tempo step by step, ma solo una linea di tendenza che al momento spinge in questa direzione. Per vedere come andrà a finire non vi resta che restare con noi».