L'Epifania porta un'ondata di maltempo con temporaneo rialzo termico! Grande nevicata seppellisce Cervinia in Val d'Aosta! Bufera di neve paralizza la East Coast!

( 3 )
Scritto da Stefano Bartozzi

Arriva una depressione da ovest per l'Epifania: pioggia e neve sull'italia in prospettiva!

Fa spicco per la giornata di ieri la gran neve sulle Alpi occidentali, con Cervinia semi-sommersa, anche Livigno ha avuto un ingente quantitativo di neve. Sul resto dello Stivale cielo perlopiù nuvoloso con rialzo delle temperature, queste andranno aumentando progressivamente trovando nel giorno dell'Epifania il suo momento clou. Ma ne parliamo dettagliatamente più avanti.

East Coast sotto una furiosa bufera di neve , danni e vittime, voli cancellati. Fonte: Twitter Xhinua NewsEast Coast sotto una furiosa bufera di neve , danni e vittime, voli cancellati. Fonte: Twitter Xhinua News

 

 

QUADRO METEOROLOGICO ATTUALE

Pressione livellata sull'Italia, in fase di diminuzione per l'approssimarsi di un sistema frontale da ovest. La depressione, centrata sulle Isole Britanniche, favorisce lo scivolamento di aria più fredda verso la Spagna, favorendo una risposta di aria molto mite da Sud. Altra neve attesa nel weekend sul settore alpino, le piogge cadranno invece in pianura, specie sul Nord-Ovest, sulla Sardegna e la Toscana. 

 

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI

oggi, 05/01/2018 — Nord: Sul settore alpino centro-occidentale molto nuvoloso, con deboli nevicate a quote superiori ai 1900-2000 metri, nuvoloso sul resto del Nord per nubi basse, peggioramento dalla serata a partire da ovest. Centro e Sardegna: molto nuvoloso sulla Toscana, poco nuvoloso sulla Sardegna e il resto del Centro con nuvolosità in aumento. Sud  e Sicilia: sulla Campania e la Calabria molto nuvoloso con qualche rovescio, sulle restanti regioni peninsulari nuvoloso con schiarite anche ampie, quasi sereno sull'Isola. 

domani, 06/01/2018 — Nord: Sulla Val d'Aosta, Piemonte, Liguria ed ovest Lombardia molto nuvoloso o coperto con piogge sparse, nevicate sulle Alpi e Prealpi a quote superiori ai 1000 metri, sul resto del Nord fenomeni meno frequenti ed intensi; temporali sul settore Ligure. Centro e Sardegna: sulla Toscana, Lazio, Umbria occidentale e la Sardegna molto nuvoloso con possibili precipitazioni, anche a carattere di rovescio sulle coste toscane e dell'alto Lazio, sulle restanti regioni estese velature con aumento delle nubi sulle Marche, Abruzzo e Umbria orientale. Sud e Sicilia: nuvoloso sulla Campania con qualche piovasco nel corso della giornata, poco nuvoloso o velato sulla Sicilia e il resto del Sud peninsulare.

 

LINEA DI TENDENZA

Ancora maltempo, specie al Centro-Nord almeno fino a lunedì prossimo, martedì molto probabilmente interessato il Sud e la Sicilia, breve pausa nella giornata di mercoledì, poi probabile ingresso di una nuova depressione da ovest.

 

LA PAROLA AL PREVISORE

La forza paragonabile quasi ad un ciclone tropicale, questa la tempesta che sta colpendo l'East Coast degli Stati Uniti.La forza paragonabile quasi ad un ciclone tropicale, questa la tempesta che sta colpendo l'East Coast degli Stati Uniti.

«Fa notizia l'autentico Blizzard che sta spazzando la costa orientale degli Stati Uniti, molti i blackout e i disagi per la neve, che peraltro si aggiunge a quella già abbondante precedentemente caduta. Fa scalpore la neve fino alle porte della Florida, un'ampia porzione del territorio degli USA e del Canada è completamente innevato in questa formidabile ondata di gelo e neve che persiste da giorni.

Ma quando finirà? Al momento dalle carte che osserviamo, anche di lungo termine non sono previsti miglioramenti decisi, semmai una parziale ritirata del freddo meno estremo dopo la metà di gennaio. E proprio questo è quello che vogliamo far notare, il trasferimento dei nuclei più gelidi verso est, coinvolgendo l'Europa orientale con temperature previste in sensibile diminuzione.

Arriverà il freddo anche in Italia? Al momento non è possibile dirlo, ma qualcosa si muove anche per il Vecchio Continente. Si tratta solo di supposizioni, che abbiamo salvato in questa cartina di meteociel rielaborata da meteoreport.net per far capire come potrebbe evolvere il freddo nel corso del mese di gennaio in Europa.

GFS con movimenti possibili a 500 millibar del polo gelido presente sul Canada, con elaborazione meteoreport.neGFS con movimenti possibili a 500 millibar del polo gelido presente sul Canada, con elaborazione meteoreport.ne

Il presente per l'Italia è la grande quantità di neve abbondantemente caduta sulle Alpi Centro-Occidentali, con Cervinia seppellita sotto due metri di Neve. Nei prossimi giorni altra se ne aggiungerà, dapprima solo oltre i 1900-2000 metri con alto pericolo di valanghe o slavine, ma poi la quota neve tornerà a scendere fino a 1000 metri. Con questo oserei dire che termina l'emergenza siccità, anzi si andrà verso un surplus idrico, e male non farà nonostante i disagi. Restate con noi nei prossimi giorni per altre importanti notizie, e per aggiornamenti in questa stagione che si fa alquanto interessante».