L'estate meteorologica inizia all'insegna dell'instabilità!

( 1 )
Scritto da Luciano Capeccioni

alte pressioni latitanti SUL MEDITERRANEO...

MA NEL FINE SETTIMANA POSSIBILI NOVITà IN VISTA!

FrecceTricoloriEd il cielo soffia il vento per le Frecce Tricolori! Foto di Antonio Misso "© Tutti i diritti riservati"

QUADRO METEOROLOGICO ATTUALE

500hPa06giu12paintSituazione prevista alle ore 12 di mercoledì 6 giugno e tendenza per le successive 48 ore. Fonte: www.wetterzentrale.de; elaborazione grafica: Meteoreport.net

L'alta pressione delle Azzorre rimane confinata in Atlantico e consente ad infiltrazioni di aria fresca di origine oceanica di raggiungere la penisola iberica e a seguire l'Italia favorendo la formazione di nuclei di aria fredda alle quote superiori che tendono a rendere l'atmosfera instabile, consentendo la formazione di nubi cumuliformi, rovesci e temporali sparsi, specie al pomeriggio nelle aree interne e montuose; un nucleo depressionario attualmente sulla Spagna tende a portarsi verso levante interessando l'Italia dai settori occidentali a partire dalla giornata di giovedì, quando la depressione è prevista collocarsi presso la Sardegna, estendendo a tutto il Centro-Nord un peggioramento a carattere temporalesco.

  TENDENZA A 72 ORE e PER IL FINE-SETTIMANA (DA CONFERMARE)

500hPa08giu12Situazione prevista alle ore 12 di venerdì 11 aprile e tendenza per il fine-settimana. Fonte: www.wetterzentrale.de; elaborazione grafica: Meteoreport.net

La circolazione depressionaria per venerdì è prevista posizionare il suo minimo al Centro-Nord dove le condizioni del tempo tenderanno ad assumere una spiccata instabilità con precipitazioni sparse anche temporalesche; un'altra area depressionaria insiste sulle coste oceaniche spagnole e portoghesi, il cui minimo al momento è previsto in lento movimento; da questa posizione è favorita una rimonta di aria calda di origine africana sul Mediterraneo centrale per il prossimo fine-settimana interessando maggiormente le isole maggiori e il Sud, ma stabilizzando l'atmosfera un po' ovunque con la conseguente diminuzione dell'instabilità e dell'attività temporalesca specie sui rilievi appenninici. Vista la distanza previsionale però questa tendenza deve essere confermata e quindi vi invitiamo a seguire i nostri prossimi aggiornamenti. Restate con noi!.

LA PAROLA AL PREVISORE

«Sulla base di quanto previsto dalle carte disponibili che vi abbiamo mostrato possiamo formulare per i prossimi giorni questa previsione: mercoledì 6 tempo migliore al mattino e aumento della nuvolosità cumuliforme nel corso della giornata con rovesci temporaleschi più diffusi ed intensi su Alpi e Prealpi con sconfinamenti sulla pianura piemontese occidentale; più sparsi o localizzati sui rilievi appenninici con sconfinamenti verso la collina adriatica; nuvolosità del tipo medio-alto tenderà ad aumentare già dalla mattinata sulla Sardegna portandosi verso le regioni tirreniche; giovedì 7 peggioramento a partire da ovest con precipitazioni localmente intense dalla tarda mattinata sulla Sardegna specie lato occidentale; estensione dei fenomeni in serata a Emilia, Toscana, Umbria, Lazio ma in forma meno intensa; venerdì 8 tempo instabile a tratti perturbato su tutto il Centro-Nord, eccetto Abruzzo costiero, migliora invece sulla Sardegna e in giornata sul Nord-Ovest; tempo migliore al Sud; tendenza fine-settimana con aria calda africana in rimonta sull'Italia, tempo in netto miglioramento e precipitazioni confinate solo alle Alpi nelle ore pomeridiane; temperature in aumento con massime sui 30°C sulla Pianura Padana centro-orientale e le zone interne collinari del Centro-Sud; punte anche di 32-33 °C sul foggiano e le Murge (da confermare!)».

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI E LINEA DI TENDENZA A CURA DELL'AERONAUTICA MILITARE:

OGGIDOMANI, MEDIO TERMINE, LUNGO TERMINE, CONDIZIONI MARINE

PRINCIPALI SERVIZI METEOROLOGICI E CLIMATOLOGICI REGIONALI PUBBLICI:

TrentoBolzanoValle d'AostaFriuli-Venezia GiuliaLombardiaPiemonteLiguriaEmilia-RomagnaToscanaMarcheUmbriaAbruzzoLazioMoliseCampaniaPugliaBasilicataCalabriaSiciliaSardegna